Libri Fantasy da Collezione, Stampe e Statue - Arkegonos

Tanto tempo fa, quando l’universo non era ancora nato, tredici demiurghi si riunirono per dare vita ad una nuova realtà.

Col potere delle Hydria, antiche fonti ricolme di energia primordiale, convogliarono l’Anima in uno spazio vuoto dando vita a Nezaar, l’universo conosciuto. I demiurghi, però, preferirono non mettervi piede e affidarono il compito di continuare la creazione ad Apolytes, la prima archegone, che diede vita a dodici sorelle simili a lei ma profondamente diverse per scopo e significato.

Insieme divennero le matriarche e ognuna creò altre archegoni con cui formarono solide gerarchie.

Per continuare la creazione bastava manipolare l’Anima e organizzarla secondo i precetti dei demiurghi, e così fu fatto finché ogni cosa fu pronta per accogliere la vita. I demiurghi donarono alle matriarche tredici frammenti di se stessi, le radici della creazione, che furono inoculate in tredici protoforme. Ma non tutto andò come stabilito.

Uno di loro si oppose al progetto e fu scacciato in una dimensione oscura  da cui ancora oggi trama per vendicarsi. Era Valkut, il rinnegato, colui che più di ogni altro vorrebbe distruggere questo grande progetto.

Ma le proto forme erano ormai pronte a nascere e così avvenne  tanto che i demiurghi e le archegoni stesse si compiacquero del lavoro svolto.

Queste creature, questi Precursori, avrebbero protetto l’universo dalle insidie di Valkut grazie ai potenti doni dell’Anima. Divennero nostri custodi, portatori di pace e prosperità e guardiani silenti di un equilibrio che regna tutt’ora . Ur fu il primo…